Questo sito contribuisce alla audience di
  • Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

Libri: ‘Diritto e libertà di credo in Europa’

Libri: ‘Diritto e libertà di credo in Europa’

Domenica 03 Febbraio 2019 Ore 20:07

Nella società multietnica la difesa dei diritti civili e in particolare del diritto alla libertà di credo e di religione è divenuta un’esigenza vitale della Comunità europea e degli Stati nazionali che la compongono. Il volume Diritto e libertà di credo in Europa. Un cammino difficile, a cura di Freedom of Belief (edito da Pacini Giuridica), presenta gli atti di un convegno, che si è tenuto a Firenze, con lo stesso titolo: 27 contributi da diverse prospettive, filosofia, diritto, sociologia, studi religiosi.

Sono le leggi comunitarie e gli organi della giustizia a rendere valida ed efficace in tutto il continente l’esigenza di diritto e libertà di credo, scrivono i curatori. In questa lotta alla difesa è contenuta anche la creazione dell’identità dell’Europa e il suo ruolo fra le nazioni e i continenti. Diritto e libertà di credo in Europa sarà al centro di un convegno in programma lunedì 4 febbraio, alle 15.30, nella sala delle Feste, di palazzo Bastogi (in via Cavour, 18, a Firenze).

I lavori saranno aperti dai saluti istituzionali del presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, e da Riccardo Migliori, in qualità di ex presidente dell’assemblea parlamentare dell’Osce, l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Seguiranno gli interventi di Alessandro Amicarelli, presidente di Freedom of Belief, Fabrizio d’Agostini, consigliere, e Germana Carobene, del comitato scientifico. A Silvio Calzolari, segretario di Freedom of Belief, il ruolo di moderatore.

Freedom of belief è una federazione europea di associazioni che si battono per la libertà di religione, credo e pensiero, difendendo allo stesso modo i diritti di credenti, non credenti e atei.

Cose da fare a Firenze