Questo sito contribuisce alla audience di
  • Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

Evento Il sabato enogastronomico Hotel Brunelleschi

Il sabato enogastronomico

Mangiare/bere, Degustazione
Piazza Santa Elisabetta, 3 Firenze
Hotel Brunelleschi

Scaduto

Bentornati Sabati enogastronomici!

I CALICI DI OTTOBRE DEL BRUNELLESCHI HOTEL

San Salvatore 1988 e Salcheto in degustazione per il ciclo dei sabati enogastronomici

Vini bianchi del Cilento e rossi biologici dei colli senesi: sono i protagonisti di ottobre al Brunelleschi Hotel di Firenze. La rassegna dei sabati enogastronomici presenterà infatti le etichette dell’Azienda Agricola San Salvatore 1988 e di Salcheto, con due fine settimana ciascuna: due eccellenze enologiche italiane presentate con abbinamenti proposti dallo Chef Rocco De Santis e dal maître Domenico Napolitano. Ogni sabato (con anteprima il venerdì) il Ristorante Santa Elisabetta del Brunelleschi Hotel di Firenze (segnalato nella Guida Michelin e nelle guide principali di settore) offre agli ospiti interessanti etichette di aziende vinicole italiane dalla grande personalità.

Come sempre si alterneranno un menù di mare abbinato a vini bianchi e un menù di terra pensato per calici rossi. Due aziende distinte, di provenienza geografica diversa, per due fine settimana ciascuna. Questa è la rassegna dei sabati enogastronomici (che include anche i venerdì): un giro fra i territori, le tradizioni, le varietà di vitigni, le storie delle migliori cantine italiane.

Sabato 5 e 19 ottobre 2019 (con anteprima i venerdì precedenti): un menù di mare per accompagnare i vini bianchi dell’Azienda Agricola San Salvatore 1988, cilentana.

Piccoli morsi dello Chef con Montenisia Cuvée Royal Antinori (Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero)

Battuto di gambero rosso, tuorlo d’uovo e tartufo

Spaghettino allo zafferano, ricci di mare e bottarga di tonno

Polpo croccante come alla Mugnaia, pappa al pomodoro

Cannoncino ai formaggi morbidi, pere e bolle di vino rosso

In abbinamento:

Falanghina - IGP 2017: 100% Falanghina
Pian di Stìo – IGP 2017: 100% Fiano di Avellino
Vetere - IGT 2017: 100% Aglianico


Prezzo del menù: Euro 134,00 a persona, inclusi vino, acqua minerale, caffè espresso.


Sabato 12 e 26 ottobre 2019 (con anteprima i venerdì precedenti): un menù di terra con i rossi biologici e biodinamici di Salcheto.

Piccoli morsi dello Chef con Montenisia Cuvée Royal Antinori (Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero)

Animella di vitello glassata, radici ed erbe di campo

Cappelletti di ricotta di bufala, concentrazione di ragù napoletano

Agnello ai carboni, spuma di patate al tartufo, caramello e bietola saltata

Il Cremino: cremino al cioccolato, tè matcha con sorbetto di arancia e pepi

In abbinamento:

Obvius Rosso IGT 2017: 100% Sangiovese
Nobile, Nobile di Montepulciano DOCG 2016: 100% Prugnolo gentile
Salco Nobile di Montepulciano DOCG 2013: 100% Prugnolo gentile


Prezzo del menù: Euro 124,00 a persona, inclusi vino, acqua minerale, caffè espresso.

Le aziende dei sabati enogastronomici di ottobre:

Azienda Agricola San Salvatore 1988

L’Azienda Agricola San Salvatore nasce nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, in una terra antica, ricca di storia e tradizione, mai toccata dall’agricoltura intensiva. La cantina si trova nella stessa area dove gli Antichi Greci cominciarono la colonizzazione della Magna Grecia e dove portarono per la prima volta i vitigni Aglianico, Fiano e Greco. La filosofia dell’azienda è quella di produrre vini rispettando la natura e le tradizioni contadine cilentane, rispettandone i tempi e i metodi, coniugandoli con l’impiego delle ultime tecnologie, assecondando così le vocazioni della terra e della natura del luogo. L’azienda agricola è di di 97 ettari, di cui 21,5 di vigneti ed il resto divisi tra frutteti, uliveti e bosco, e 450 bufale.


Salcheto

Salcheto è un’azienda vitivinicola biologica e biodinamica, radicata nel distretto del Vino Nobile, nel sudest della provincia di Siena. 30 anni fa si trasformò da fattoria multicolturale a casa vinicola ad alto contenuto qualitativo ed innovativo, producendo vini di territorio e sangiovese sempre più improntati sulla bevibilità e la precisione aromatica, con vinificazioni integralmente senza solfiti e lieviti indigeni: i vini “Obvius” Rosso e Rosato sono fatti di sola uva fino alla bottiglia.

Salco in antico toscano è il Salice, un albero storicamente importante nei territori vitivinicoli perché coi suoi rami (il “vinco”) si legavano le viti. Salcheto è il nome del ruscello che nasce ai piedi di Montepulciano e traccia una vallata dove i salici un tempo abbondavano. Il Salice è oggi il simbolo del logo dell’azienda e dell’impegno per la sostenibilità ambientale.

Brunelleschi Hotel

L’ingresso del Brunelleschi Hotel dà su una accogliente piazzetta del centro storico fiorentino, a pochi passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi: l’albergo è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. Il Brunelleschi Hotel ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. Il Brunelleschi Hotel fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.

Il Ristorante Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel, uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. È stato segnalato nella Guida Michelin 2019 con il simbolo del Piatto Michelin e con 3 forchette; ha ricevuto due forchette con votazione 80/100 nella Guida dei Ristoranti d’Italia 2019 di Gambero Rosso e un cappello nella Guida gourmet de L’Espresso 2019. Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e una cucina raffinata. È aperto dal martedì al sabato, dalle 19.30 alle 22.30. Ogni venerdì e sabato ospita la rassegna gourmet dei sabati enogastronomici.

Dal 2017 la proposta gastronomica dell’albergo è firmata dallo Chef Rocco De Santis. Completano la squadra il Restaurant Manager Domenico Napolitano e il Sommelier Alessandro Fè.

La più informale “Osteria della Pagliazza” apre tutti i giorni dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22.30. Situata al pianterreno dell’hotel, durante la bella stagione ha anche tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo, e propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio.

Hotel Brunelleschi
Indirizzo: Piazza Santa Elisabetta, 3, Firenze 50122

Telefono: 055 27370

Sito web: http://www.hotelbrunelleschi.it/




Gli eventi non sono organizzati da GoGoFirenze ma sono comunicati alla redazione o recuperati da fonti pubbliche attendibili. GoGoFirenze non è responsabile della correttezza delle informazioni né fornisce informazioni o prenotazioni, se non diversamente specificato.

Dove mangiare qui vicino

Lasciati ispirare