• Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

Evento Riapertura Museo di Orsanmichele Museo di Orsanmichele

Riapertura Museo di Orsanmichele

Arte, Museo
Date e orari
Via dell'Arte della Lana Firenze
Museo di Orsanmichele

Sei l'organizzatore e vuoi mostrare l'evento a più persone?
Sponsorizza ora a partire da €6,50/giorno!

Restauro, messa in sicurezza, riallestimento del museo e miglioria degli accessi: dopo oltre un anno di intensi lavori il Complesso di Orsanmichele, monumento unico e straordinario in cui si suggellano funzioni civili e religiose, riapre le sue porte al pubblico il 19 gennaio in una veste completamente rinnovata diventando finalmente fruibile ai visitatori tutti i giorni della settimana ad eccezione del martedì.

Nel nuovo allestimento, le 13 statue originali esposte nel Museo, opera dei più grandi scultori del Rinascimento fiorentino ovvero Lorenzo Ghiberti (San Giovanni Battista, Santo Stefano e San Matteo), Donatello (San Marco e San Pietro), Nanni di Banco (Sant’Eligio, San Filippo, Quattro Santi Coronati), Andrea del Verrocchio (Incredulità di San Tommaso), Baccio da Montelupo (San Giovanni Evangelista), Giambologna (San Luca), accanto a quelle trecentesche Piero di Giovanni Tedesco (Madonna della Rosa) e Niccolò di Pietro Lamberti (San Giacomo Maggiore) tornano a interagire con il pubblico, come quando si trovavano nelle nicchie esterne e incrociavano lo sguardo dei passanti per le strade circostanti Orsanmichele.

Il progetto degli studi Map Architetti (arch. Tommaso Barni, arch. Giovanni Santini, arch. Anna Pescarolo) e Natalini Architetti (arch. Fabrizio Natalini) valorizza i tesori unici in chiesa e dà nuova vita alla fruibilità delle statue del primo piano da parte del pubblico. E se in chiesa gli architetti hanno lavorato molto sulle grandi bussole di accesso che incorniciano i portali in legno e sull’impianto di illuminazione, nel museo sono state realizzate delle strutture che sollevano le sculture come se si trovassero su di un podio, incorniciandole con un fondale che ripropone la collocazione originaria nei tabernacoli esterni. Ognuna delle sculture si trova nella posizione corrispondente a quando si trovava in facciata, in modo da proporre al visitatore una sorta di passeggiata che rispecchi l’esterno del complesso.

Il progetto commissionato dai Musei del Bargello nasce dall’esigenza di ripensare il rapporto statua-spettatore secondo il punto di vista di antichi maestri, Donatello in primis, che nell’ideazione delle statue tenevano in conto la collocazione finale, in questo caso la serie di nicchie sopraelevate a due metri di altezza dal suolo, per cui le opere hanno appositi accorgimenti prospettici. In quest’ottica il riposizionamento delle tredici statue monumentali, per cui si sono rese necessarie complesse operazioni di movimentazione condotte dalla ditta Arterìa, ha tenuto conto dell’originaria disposizione nel ridisegnare, grazie al progetto di Barni e Natalini, le antiche geometrie delle opere centrate sui moderni fondali, e ripristinare le relazioni spaziali un tempo esistenti tra le figure dei gruppi scultorei come i Quattro Santi Coronati di Nanni di Banco o l’Incredulità del Verrocchio. Particolarmente suggestive sono le statue posizionate in diagonale sugli angoli delle pedane, come il San Luca del Giambologna o il San Matteo di Ghiberti, che sembrano affacciarsi oltre il profilo degli schienali, guardando lo spettatore, e sporgendo le possenti braccia nell’atto di sorreggere i libri. Ad una differente altezza riacquistano solennità anche le statue più rigidamente frontali, come il San Giacomo maggiore di Niccolò Lamberti o il Santo Stefano di Ghiberti, il cui sguardo apparentemente spento si rianima se proiettato in lontananza. E si tornano ad apprezzare anche particolari rimasti a lungo in ombra come i bellissimi calzari ai piedi del gruppo verrocchiesco dell’Incredulità di San Tommaso.

Chiesa e Museo di Orsanmichele

Apertura al pubblico: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 18.30
la domenica dalle 8.30 alle 13.30. Ultimo accesso in chiesa alle ore 12:00.

Chiuso il martedì

Biglietto intero: € 8,00

Biglietto ridotto: € 2,00

Via dell'Arte della Lana

50123 Firenze

mn-bar.orsanmichele@cultura.gov.it

Museo di Orsanmichele
Indirizzo: Via dell'Arte della Lana, Firenze 50123

Telefono: 05523885

Fax: 055 2388699

Email: orsanmichele@polomuseale.firenze.it

Sito web: http://www.uffizi.firenze.it/musei/?m=orsanmichele

Contatti dell'evento

Sito web: www.bargellomusei.beniculturali.it




Gli eventi non sono organizzati da GoGoFirenze ma sono comunicati alla redazione o recuperati da fonti pubbliche attendibili. GoGoFirenze non è responsabile della correttezza delle informazioni né fornisce informazioni o prenotazioni, se non diversamente specificato.

Date e orari

Lun 26 Feb 24 08:30 - 18:30
Mar 27 Feb 24 08:30 - 18:30
Mer 28 Feb 24 08:30 - 18:30
Gio 29 Feb 24 08:30 - 18:30
Ven 01 Mar 24 08:30 - 18:30
Sab 02 Mar 24 08:30 - 18:30
Dom 03 Mar 24 08:30 - 13:30
Lun 04 Mar 24 08:30 - 18:30
Mar 05 Mar 24 08:30 - 18:30
Mer 06 Mar 24 08:30 - 18:30
Gio 07 Mar 24 08:30 - 18:30
Ven 08 Mar 24 08:30 - 18:30
Sab 09 Mar 24 08:30 - 18:30
Dom 10 Mar 24 08:30 - 13:30
Lun 11 Mar 24 08:30 - 18:30
Mar 12 Mar 24 08:30 - 18:30
Mer 13 Mar 24 08:30 - 18:30
Gio 14 Mar 24 08:30 - 18:30
Ven 15 Mar 24 08:30 - 18:30
Sab 16 Mar 24 08:30 - 18:30
Dom 17 Mar 24 08:30 - 13:30
Lun 18 Mar 24 08:30 - 18:30
Mar 19 Mar 24 08:30 - 18:30
Mer 20 Mar 24 08:30 - 18:30
Gio 21 Mar 24 08:30 - 18:30
Ven 22 Mar 24 08:30 - 18:30
Sab 23 Mar 24 08:30 - 18:30
Dom 24 Mar 24 08:30 - 13:30
Lun 25 Mar 24 08:30 - 18:30
Mar 26 Mar 24 08:30 - 18:30
Mer 27 Mar 24 08:30 - 18:30
Gio 28 Mar 24 08:30 - 18:30
Ven 29 Mar 24 08:30 - 18:30
Sab 30 Mar 24 08:30 - 18:30
Dom 31 Mar 24 08:30 - 13:30
Lun 01 Apr 24 08:30 - 18:30
Mar 02 Apr 24 08:30 - 18:30
Mer 03 Apr 24 08:30 - 18:30
Gio 04 Apr 24 08:30 - 18:30
Ven 05 Apr 24 08:30 - 18:30
Sab 06 Apr 24 08:30 - 18:30
Dom 07 Apr 24 08:30 - 13:30
Lun 08 Apr 24 08:30 - 18:30
Mar 09 Apr 24 08:30 - 18:30
Mer 10 Apr 24 08:30 - 18:30
Gio 11 Apr 24 08:30 - 18:30
Ven 12 Apr 24 08:30 - 18:30
Sab 13 Apr 24 08:30 - 18:30
Dom 14 Apr 24 08:30 - 13:30
Lun 15 Apr 24 08:30 - 18:30
Mar 16 Apr 24 08:30 - 18:30
Mer 17 Apr 24 08:30 - 18:30
Gio 18 Apr 24 08:30 - 18:30
Ven 19 Apr 24 08:30 - 18:30
Sab 20 Apr 24 08:30 - 18:30
Dom 21 Apr 24 08:30 - 13:30
Lun 22 Apr 24 08:30 - 18:30
Mar 23 Apr 24 08:30 - 18:30
Mer 24 Apr 24 08:30 - 18:30
Gio 25 Apr 24 08:30 - 18:30
Ven 26 Apr 24 08:30 - 18:30
Sab 27 Apr 24 08:30 - 18:30
Dom 28 Apr 24 08:30 - 13:30
Lun 29 Apr 24 08:30 - 18:30
Mar 30 Apr 24 08:30 - 18:30
Mer 01 Mag 24 08:30 - 18:30
Gio 02 Mag 24 08:30 - 18:30
Ven 03 Mag 24 08:30 - 18:30
Sab 04 Mag 24 08:30 - 18:30
Dom 05 Mag 24 08:30 - 13:30
Lun 06 Mag 24 08:30 - 18:30
Mar 07 Mag 24 08:30 - 18:30
Mer 08 Mag 24 08:30 - 18:30
Gio 09 Mag 24 08:30 - 18:30
Ven 10 Mag 24 08:30 - 18:30
Sab 11 Mag 24 08:30 - 18:30
Dom 12 Mag 24 08:30 - 13:30
Lun 13 Mag 24 08:30 - 18:30
Mar 14 Mag 24 08:30 - 18:30
Mer 15 Mag 24 08:30 - 18:30
Gio 16 Mag 24 08:30 - 18:30
Ven 17 Mag 24 08:30 - 18:30
Sab 18 Mag 24 08:30 - 18:30
Dom 19 Mag 24 08:30 - 13:30
Lun 20 Mag 24 08:30 - 18:30
Mar 21 Mag 24 08:30 - 18:30
Mer 22 Mag 24 08:30 - 18:30
Gio 23 Mag 24 08:30 - 18:30
Ven 24 Mag 24 08:30 - 18:30
Sab 25 Mag 24 08:30 - 18:30
Dom 26 Mag 24 08:30 - 13:30
Lun 27 Mag 24 08:30 - 18:30
Mar 28 Mag 24 08:30 - 18:30
Mer 29 Mag 24 08:30 - 18:30
Gio 30 Mag 24 08:30 - 18:30
Ven 31 Mag 24 08:30 - 18:30

Lasciati ispirare