Questo sito contribuisce alla audience di
  • Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

Firenze: agosto al cinema sotto le stelle

Firenze: agosto al cinema sotto le stelle

Venerdì 31 Luglio 2020 Ore 07:58

15 anteprime e 7 prime visioni, una retrospettiva dedicata a Jim Jarmusch, i grandi successi della stagione, pellicole di culto e altri buoni motivi per andare alle Arene di Marte, le due sale cinematografiche estive del Nelson Mandela Forum di Firenze. La programmazione di agosto e settembre continua con un ricco carnet di proposte. Ogni martedì, dal 4 agosto, omaggio al genio visionario di Jim Jarmusch, per rivedere film come “Daunbailò” (mar 4/8), “Dead Man” (mar 11/8), “Coffee & Cigarettes” (mar 18/8), “Solo gli amanti sopravvivono” (mar 25/8), “Paterson” (mar 1/9). Tra le anteprime, arrivano l’attesissimo “Un divano a Tunisi” (mar 25/8), storia di una ragazza tunisina che ha studiato psicologia a Parigi e che proverà ad aprire un proprio studio nel suo Paese partendo dal salone del parrucchiere, “Corpus Christi” (gio 20/8) - produzione polacca candidata agli Oscar come miglior film straniero - su un giovane delinquente che si finge parroco conquistando i suoi fedeli. Sempre per il capitolo anteprime, “Volevo nascondermi” (dom 16/8), film premiato a Berlino sul pittore Ligabue con un bravissimo Elio Germano, la commedia politica/ironica “Cosa resta della rivoluzione” di Judith Davis (gio 6/8), il distopico “High Life” di Claire Denis (mar 11/8), il Premio César per la migliore opera prima “Non conosci Papicha” (gio 13/8). E ancora, in prima visione, mer 5/8 “Nel nome della terra” di Edouard Bergeon, ven 7/8 “Gamberetti per tutti” di Maxime Govare e Cédric Le Gallo, dom 9/8 “Un'intima convinzione” di Antoine Raimbault, mer 19/8 “L'anno che verrà” di Mehdi Idir e Grand Corps Malade. Quattro le serate dedicate al Premio Oscar “Parasite” (sab 8/8, ven 21/8, sab 29/8, gio 3/9), mentre nell’arena piccola tornano “Antropocene” (dom 2/8), il documentario su come stiamo irrimediabilmente cambiando il nostro pianeta, e il super classico “L’Odio di Kassovitz” (gio 13/8) che ha ispirato il film “I Miserabili”, anch’esso in replica (ven 21/8). Tra gli eventi speciali il film “Cecchi Gori una famiglia italiana” (gio 6/8), ascesa, successi e caduta di una famiglia che ha significato tantissimo per il cinema, e non solo. Da non mancare “The Bra” (dom 16/8), storia intrisa di humour balcanico di un ferroviere che trova il reggiseno della donna di cui si è innamorato… (dom 16/8).

Al cinema in sicurezza: alle Arene di Marte si accede con la mascherina evitando assembramenti, all’ingresso occorre lasciare i propri dati e un recapito telefonico. Per velocizzare questa operazione è possibile scaricare il modello prestampato dal sito www.mandelaforum.it e consegnarlo già compilato. Biglietti: 5 euro intero (anteprime 7 euro), tessera fedeltà con un omaggio ogni 5 ingressi per i soci Unicoop Firenze. Prevendite sul sito www.mandelaforum.it. I posti, numerati, sono assegnati al momento dell’acquisto. Le sedute rispettano il distanziamento sociale, con la possibilità di sedere accanto per i componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi. L’orario d’inizio delle proiezioni - Arena Grande 21.45, Arena Piccola 21,30 - è sfalsato per evitare assembramenti. Informazioni e dettagli sul sito www.mandelaforum.it e via telefono al numero 055 678 841. Giunta alla 27° edizione, la rassegna Cinema sotto le stelle delle Arene di Marte è organizzata dall’Associazione Nelson Mandela Forum e curata da Stefano Stefani in collaborazione con la fondazione Stensen. Eventi e anteprime a cura di Michele Crocchiola. Nell’ambito dell’Estate Fiorentina promossa dal Comune di Firenze.

Grande successo per l’arena estiva più spettacolare di Firenze allestita sulla Terrazza Belvedere di Villa Bardini. Per la grande richiesta del pubblico la programmazione, che doveva concludersi l’8 agosto, viene prorogata fino al 19 agosto. Invariati l’orario (alle 21.15) e il costo del biglietto (ingresso 5 euro). È fortemente consigliato l’acquisto in prevendita sul sito www.musartfestival.it. L’arena è stata voluta e finanziata dalla Fondazione CR Firenze e dalla Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, in collaborazione con l’Associazione culturale Musart e con il patrocinio del Comune di Firenze. La selezione dei film, a cura della Fondazione culturale Niels Stensen, cerca di offrire una vasta panoramica delle pellicole più significative della recente produzione, raccolte per temi e tipologie di pubblico: il lunedì è un omaggio al buonumore senza tempo di Woody Allen, nell'anno della pubblicazione della sua autobiografia; il martedì è dedicato alla storia dell'arte; il mercoledì offre titoli tratti da testi letterari secondo una selezione realizzata in collaborazione con il festival ‘La città dei Lettori’ che si terrà proprio a Villa Bardini dal 27 al 30 agosto; la serata del venerdì è dedicata alle biografie. Infine il sabato è dedicato ai grandi successi degli anni passati e la domenica è un omaggio all’ universo femminile. Serata tutta speciale, quella del giovedì, dedicata alla famiglia. Un piccolo segnale di attenzione dopo questi mesi di lockdown. Per l'occasione le due Fondazioni si fanno carico del costo del biglietto e quella sera genitori e figli entrano gratuitamente. Si raccomanda di prenotare sul sito www.villabardini.it. Grande attenzione è riposta alle misure di sicurezza anti Covid. I 100 posti numerati sono assegnati al momento dell’acquisto e le sedute rispettano il distanziamento interpersonale, con la possibilità di sedere accanto per i componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi. Info-line telefonica al numero 393 8570925 tutte le sere dalle ore 18 alle 22. Chi viene in auto può parcheggiare gratuitamente al parcheggio del Forte di Belvedere.

‘’Siamo rimasti davvero colpiti – dichiarano i Presidenti di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e di Fondazioni Parchi Monumentali Bardini e Peyron Jacopo Speranza – dall’entusiasta risposta del pubblico e abbiamo deciso di prolungare l’apertura dell’arena proprio per le tante richieste che ci sono pervenute. Tante famiglie ci hanno ringraziato per avere pensato anche a loro e questa è la soddisfazione più grande per due Istituzioni che hanno, tra gli scopi principali della loro missione, quello di favorire il bene comune della comunità che hanno il privilegio di poter aiutare’’.

Cose da fare a Firenze