Questo sito contribuisce alla audience di
  • Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

​Giochi per coppia: sempre più diffusi (non solo al PITTI Uomo)

​Giochi per coppia: sempre più diffusi (non solo al PITTI Uomo)

Lunedì 29 Giugno 2020 Ore 13:41

Le origini dei sex toys risalgono a moltissimo tempo fa: già nel 1791, nel romanzo Justine o ne Le disavventure della virtù , si parlava di frustini utilizzati a scopi sessuali; solo nel 1998, però, è stato inventato il primo vibratore. Questi oggetti sono sempre stati argomento tabù per la società: si tendeva a non parlarne, per molti erano motivo di vergogna, rivelarne l'utilizzo pubblicamente era impensabile.

Ultimamente, però, questo trend sta cambiando in maniera repentina: i dati raccolti rivelano che oggi i sex toys sono sempre più diffusi. Quello dei giocattoli ideati per il sesso è un business che frutta miliardi e che è destinato alla crescita continua.

Lo avevamo già visto al PITTI Uomo che si è tenuto a gennaio a Firenze:  un corner dell’evento è stato interamente dedicato a un famoso brand di sex toys, presentati proprio come oggetti della vita quotidiana, prestati al design e all’hi-tech. Ma comunque, sdoganati.

Sex toys in ascesa

La società Technavio, in un rapporto riguardo il mercato dei sex toys , ha analizzato che il tasso annuo di crescita sembrerebbe essere destinato a restare costante: +7% almeno fino all'anno 2021. Il fenomeno sarebbe da ricondurre anche all'aumento dell'esposizione mediatica dei sex toys. Si pensi alla trilogia di romanzi e film 50 sfumature di…

I dati raccolti rivelano che il segmento che riceverà un incremento maggiore nelle vendite è quello dei vibratori: il loro mercato si aggira intorno al 17%, valore che aumenterà fino a raggiungere il 24% nel prossimo anno. Nel 2016, il business dei giocattoli sessuali ha raggiunto i 15 miliardi e si prevede che entro il 2021 toccherà i 29 miliardi.

E-commerce: i motivi dell'impennata

Oltre alla notevole esposizione mediatica, un altro valido motivo che sembra aver dato una spinta a questo mercato, sono gli e-commerce. La possibilità di poter ricevere i giocattoli sessuali in totale anonimato direttamente a casa propria, ha spalancato le porte di questo mondo. Anche coloro che erano troppo timidi per recarsi a comperare un sex toy all'interno di un negozio fisico, possono ordinarlo online. Inoltre, la possibilità di scelta conferita dall'e-commerce, che vanta un vastissimo assortimento, ha permesso a ognuno di trovare il sex toy più adatto alle proprie fantasie sessuali.

La diffusione del sex toy nel mondo e in Italia

Secondo i dati raccolti da Google sulle ricerche effettuate con le parole sex toys e affini, sembrerebbe che gli americani siano al primo posto tra gli interessati a questo prodotto; in seconda e terza posizione si classificano Inghilterra e Sudafrica. Per ciò che concerne l'Italia, le statistiche indicano che l'ondata di diffusione dei giocattoli sessuali abbia raggiunto il mercato nostrano, in aumento del 40% rispetto a quattro anni fa.

Tra i maggiori utilizzatori di giocattoli sessuali vi sono le coppie, con una percentuale del 35%. Le vendite vengono effettuate in gran parte a Milano, per un 25%, seguite da Roma e Firenze, rispettivamente con il 15% e il 5%, dati anche confermati da chi, in Italia, si occupa proprio di vendita di sex toys online: FantasiePiccanti sexy shop .

Il Coronavirus ha favorito il mercato dei sex toys?

Se c'è un mercato che non ha sofferto per la recente pandemia globale è proprio quello dei sex toys. Sembrerebbe che il regime di quarantena obbligatorio a cui il mondo è stato sottoposto, abbia portato alla scelta di sopperire alla mancanza del proprio partner con l'utilizzo di questi giocattoli.

La catena Ann Summers ha registrato un aumento delle vendite del 24%. Il prodotto più in voga è un vibratore, dato in accordo con quelli relativi alla stessa categoria di prodotti rilevati da Technavio. La particolarità di quest'ultimo, nonché caratteristica principale, è quella di essere molto silenzioso.

Anche Dildo King, azienda di Berlino, dichiara al Financial Times che il Coronavirus ha segnato una grandissima impennata per i loro prodotti. Si parla di un incremento delle vendite che arriva addirittura all'87%. Entrambe le aziende hanno lavorato esclusivamente tramite i loro e-shop, sottolineando ancora una volta come il commercio online si riveli un elemento chiave in questo tipo di mercato.

Cose da fare a Firenze