Questo sito contribuisce alla audience di
  • Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

Artigianato e Palazzo, chiusa la XXVI edizione

Artigianato e Palazzo, chiusa la XXVI edizione

Mercoledì 23 Settembre 2020 Ore 18:20

Chiude con ampio consenso da parte degli espositori, la 26° edizione della mostra ARTIGIANATO E PALAZZO che ha visto riuniti al lavoro circa 70 maestri artigiani al Giardino Corsini di Firenze.


"Ci conforta sapere che i nostri espositori - anche in un periodo così complesso - sono stati apprezzati dal pubblico, hanno venduto in Mostra ed acquisito contatti professionali di alto profilo qualitativo che ci auguriamo possa essere per loro l'inizio di una ripartenza verso un futuro più sereno", dichiarano Sabina Corsini e Neri Torrigiani.

Al termine della Mostra è stato assegnato il "Premio Perseo" all'espositore più votato dal pubblico che è andato al giovane artigiano-designer fiorentino Cosimo De Vita per le sue sedute monumentali CITYNG ispirate ai monumenti simbolo delle grandi città del mondo, realizzate in legno massello con macchine a controllo numerico e rifinite a mano, in collaborazione con l'azienda Savio Firmino: un viaggio tra Occidente e Oriente, tra tradizione e contemporaneità_.
Il "Premio Giorgiana Corsini" allo stand ritenyto più bello dal Comitato Promotore Internazionale è andato invece alla viennese Beatrix Bulla, residente a Busto Arsizio (VA), che ha allestito il suo spazio con le suggestive sculture luminose realizzate con rami, radici, tronchi e cortecce che lei stessa raccoglie nelle foreste alpine, ed assembla creando forme originali che emanano il profumo della natura.


Prosegue intanto fino al 31 dicembre 2020 la campagna di raccolta fondi ""GIAMBOLOGNA E LA FATA MORGANA". Sono ancora disponibili alcune delle opere su carta che l'artista Nicola Tofolini ha realizzato per il progetto "MEDUSA FONTE" ispirati a quelle del Giambologna sottratte nei secoli all'edificio della "Fonte della Fata Morgana" ormai andate disperse ed il cui ricavato andrà a confluire nella raccolta fondi.
Le opere sono visibili sul catalogo online - con un testo introduttivo di Antonio Natali - già direttore della Galleria degli Uffizi al link: "MEDUSA FONTE - Nicola Toffolini"I dettagli per le donazioni su:
www.artigianatoepalazzo.it/raccolta-fondi/-giambologna-e-la-fata-morgana/

L'iniziativa "GIAMBOLOGNA E LA FATA MORGANA" è aperta a tutti e la si può sostenere con qualunque cifra.

Cose da fare a Firenze