Questo sito contribuisce alla audience di
  • Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

L'omaggio a Piero Farulli nel Salone dei Cinquecento

L'omaggio a Piero Farulli nel Salone dei Cinquecento

Lunedì 13 Gennaio 2020 Ore 19:42

Il ricordo di Piero Farulli, violista per oltre trent’anni del celebre Quartetto Italiano e ideatore, fondatore e direttore della Scuola di Musica di Fiesole, attraverso autorevoli voci del mondo della musica classica e della cultura, a cento anni esatti dalla sua nascita, sarà celebrato con “Tanti Auguri, Maestro”, incontro e concerto che si è tenuto oggi 13 gennaio, a partire dalle 16, nel Salone dei Cinquecento, in Palazzo Vecchio.

La manifestazione si inserisce nell’ambito di “Farulli 100”, ciclo di eventi lungo un anno, con oltre 100 concerti in tutta Italia e in Europa – con al centro Firenze – per celebrare il centenario di Piero Farulli, violista per oltre trent’anni del celebre Quartetto Italiano, musicista che ha innovato profondamente il panorama musicale italiano. Un vero e proprio viaggio in musica per ricordare il Maestro (Firenze, 13 gennaio 1920 - Fiesole, 2 settembre 2012), ideatore, fondatore e direttore della Scuola di Musica di Fiesole e commemorarne l’impegno infaticabile che ha profuso nella formazione, nell’insegnamento, nell’organizzazione culturale, per il riconoscimento della “valenza culturale della musica”.

“Tanti Auguri, Maestro” si è aperta con la conversazione dal titolo “Piero Farulli, fiorentino uomo del mondo” alla presenza del sindaco Dario Nardella e del presidente del Comitato Nazionale, dottor Gianni Letta. Tanti gli interventi in programma: da Giorgio Battistelli, compositore italiano, tra i più conosciuti e stimati anche all'estero della sua generazione ad Aldo Bennici, violista apprezzato in tutto il mondo e già direttore dell’Accademia Chigiana; da Maria Luisa Dalla Chiara, studiosa di fama internazionale nel campo della logica a Sergio Givone, tra le voci più autorevoli nel campo della filosofia. E ancora, personalità di spicco come il professor Niccolò Marchionni, Claudio Martini già senatore e presidente della Regione Toscana e la contessa Maria Vittoria Rimbotti, presidente degli Amici degli Uffizi. A moderare l’incontro sarà il critico musicale Gregorio Moppi.

In chiusura il concerto dell’Orchestra Galilei della Scuola di Musica di Fiesole sotto la direzione di Edoardo Rosadini, con Matteo Cimatti (violino) e Stefano Zanobini (viola) per la Sinfonia concertante Kv. 364, unico capolavoro di Mozart dove violino e viola dialogano alla pari; i tre protagonisti sono frutto dalla medesima lezione musicale di Piero Farulli.

Il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario della nascita di Piero Farulli, presieduto dal dottor Gianni Letta con tesoriere Marco Parri, riunisce alcune fra le più illustri istituzioni scientifiche e musicali del nostro Paese: Accademia Musicale Chigiana; Accademia Nazionale di Santa Cecilia; Associazione Amici della Musica di Firenze; Associazione le Dimore del Quartetto; Associazione Piero Farulli ONLUS; Comune di Fiesole, Conservatorio Luigi Cherubini; Fondazione Orchestra Regionale Toscana; Fondazione Scuola di Musica di Fiesole; Fondazione CR Firenze; Società del Quartetto di Milano; LENS Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non Lineare; Scuola Normale Superiore e Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

Il progetto si avvale di un “Comitato d’Onore” composto da: Salvatore Accardo, Roberto Abbado, Giorgio Battistelli, Lorenza Borrani, Quartetto di Cremona, Michele dall’Ongaro, Gabriele Ferro, Daniele Gatti, Bruno Giuranna, Maureen Jones, Giacomo Manzoni, Riccardo Muti, Trio di Parma, Maurizio Pollini, Maria Tipo, Fabio Vacchi, Pavel Vernikov e Renato Zanettovich.

Il progetto “Farulli 100” ha ottenuto il patrocinio di MiBACT, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Comune di Fiesole, Università degli Studi di Firenze e LENS Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non Lineare. È realizzato con il contributo di Mibact, Fondazione CR Firenze, Fondazione Alimondo Ciampi econil sostegno di Unipol, Intesa Sanpaolo, Poste Italiane e Unicoop Firenze e in collaborazione conGiunti Scuola.

Cose da fare a Firenze