Questo sito contribuisce alla audience di
  • Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

Vinile anni '80 al Tenax

Sabato 9 febbraio al Tenax la presentazione in anteprima di un doppio vinile dedicato agli anni '80

Mercoledì 06 Febbraio 2019 Ore 18:02

Qualcuno lo definiva il Greenwich Village fiorentino. Non a caso il Tenax negli anni '80 nasceva con l'idea di creare un nuovo concetto di discoteca, punto di incontro per artisti , stilisti e musicisti. Uno spazio in cui trovarono terreno fertile tantissimi gruppi tra i quali Psychedelic Furs, Spandau Ballet, Talk Talk, Tears For Fears, The Cult, Tuxedomoon, Sister of Mercy, Human League, DAF, Frankie goes to hollywood oltre, naturalmente, ai protagonisti della scena locale come Litfiba, Neon, Alexander Robotnick e Magazzini Criminali.

Sabato 9 febbraio quelle sonorità e quelle atmosfere rivivranno grazie all'uscita di un doppio vinile che sarà presentato in anteprima esclusivain occasione della serata Nobody's Perfect – You look good. L'evento vedrà esibirsi in consolle Maurizio Carli Moretti, Alex Neri e Francesco Farfa(Apertura porte ore 22:30 - ingresso 10/12/15 €, vietato ai minori di 18 anni).

La compilation, distribuita da Self Distribuzione e nata da un'idea di Alex Neri in collaborazione con Maurizio Carli Moretti,sarà disponile nei negozi specializzati soltanto a partire dal 16 febbraio ed è solo la prima di una serie di tre release.

La struttura del primo volume, dove si fa riferimento al periodo '81/'87 ha due facciate riferite alla scena italiana ovvero quella Wave con Neon, Litfiba e Frigidaire Tango e quella più italodisco con Gaznevada, Alexander Robotnick e My Mine.

Le altre due sono state selezionate con l’idea di proporre il suono dell’epoca al Tenax, che mescolava il synthpunk , la dark wave e EBM.Non a caso appaiono nomi come Sister of Mercy, Chris and Cosey, Normal, Fad Gadget e altri outsiders che hanno costruito un suono che oggi è riferimento di tanti produttori internazionali, e fra l’altro, alcuni brani sono molto rari e particolarmente ricercati dai collezionisti.

Le immagini delle performance dei Giovanotti Mondani Meccanici utilizzare in copertina hanno un riferimento estetico ben preciso collocandosi nel periodo di Frigidaire e quindi di Andrea Pazienza e Stefano Tamburini.

A far suonare la compilation fra le mura del Tenax nella serata di sabato 9 febbraiospetterà a Maurizio Carli Moretti, che ha iniziato la sua carriera di dj nel 1981 aprendo i concerti di band come Killing Joke e James Chance e in qualità di resident ai mitici Small, Synesthetic Drugstore e Art Club di Bologna. Negli anni a venire ha integrato il suo set post punk con le novità dell’elettronica sperimentale. Da sempre appassionato/collezionista dei suoni provenienti dallo scenario kraut e successivamente della scena industriale di Sheffield, ha proseguito su questa linea di “pensiero” fino ai tempi contemporanei , dove oltre a djset trasversali nelle epoche , ha fondato con Angelo Sindaco ( uno dei membri fondatori del link di Bologna negli anni 90) l’etichetta OTOcasadiscografica pubblicando un album e tre EP a loro nome .Inoltre da diversi anni , insieme all’architetto Daniele Vincenzi , ha creato il progetto CamereSonore (www.cameresonore.net) legato ad ambientazioni visive/musicali dedicate a spazi , mostre con colonne sonore adattate agli argomenti trattati in funzione del luogo espositivo.

In consolle ovviamente anche Alex Neri, uno dei dj resident di riferimento delle serate Nobody's Perfect. Fondatore della Tenax Recordings, che negli anni ha lanciato nomi come Federico Grazzini, Ilario Alicante, Luca Bacchetti, Minimono, Federico Locchi e Sonothèque, Neri è un precursore di sonorità e stili musicali. All’attività come producer, affianca un intenso lavoro come remixer, ma la sua passione resta comunque il club, dove riesce a esprimere al meglio il suo amore per la musica, in un blend strepitoso tra le sue produzioni e il meglio della house in circolazione. Da marzo è impegnato nella residenza al Supermarket di Torino e in +39, il format a cadenza mensile al club Papagayo di Tenerife. Il presente lo vede anche impegnato alla lavorazione del nuovo disco dei Planet funk.

Su Francesco Farfa, uno dei protagonisti più importanti della scena elettronica italiana sarebbero molte le cose da dire. Fin dagli anni '90 è protagonista nei più importanti locali della Toscana e successivamente il suo nome comincia a brillare nel panorama musicale inglese e importanti riviste come Dj Mag, Melody Maker e Update iniziano a parlare del fenomeno Farfa. Collabora con Joy Kiticonty nel team Farmakit, producendo remix e brani propri, suonati dai migliori dj, inclusi in svariate compilation e utilizzati addirittura per la colonna sonora del film Il Centro Del Mondo di Wayne Wang. Alla fine degli anni '90 avviene la consacrazione definitiva con quattro release per la sua label Audioesperanto, fra cui Psichedethnic One che trova il supporto incondizionato di Danny Tenaglia e viene inserito nella prestigiosa compilation Global Underground mixata da John Digweed. Nel 2004 gli viene tributata una puntata singola della serie di documentari Dj’s Trip insieme ai big del panorama internazionale. Successivamente esce il suo album d’esordio, Human Bridge, un viaggio fra ritmi house e melodie electro, algidità techno e sensazioni trance, che imprime in maniera inconfondibile il tocco di Farfa, sempre personale e creativo anche negli arrangiamenti e nella struttura. 

Cose da fare a Firenze