Questo sito contribuisce alla audience di
  • Seguici su
  • Registrati | Login

    Registrati per conoscere in esclusiva i migliori eventi in città, salvarli tra i preferiti, condividerli con gli amici e giocare, ogni mercoledì, per vincere biglietti per concerti e teatri. Fallo subito!

Mai sentito parlare di makersplace a Firenze?

Mai sentito parlare di makersplace a Firenze?

E’ difficile spiegare cosa sono, cosa fanno e come lo fanno, ma ci piace mettere subito in evidenza il perché lo fanno: per creare aggregazione sociale, per dare nuova vita ai luoghi abbandonati dalle professioni tradizionali, per promuovere metodi di produzione locale e, contemporaneamente, dare spazio alle nuove tecnologie.

Di cosa parliamo? Dei makersplace fiorentini: nuove realtà collaborative in cui la condivisione degli spazi, degli strumenti e delle conoscenze è alla base stessa della loro esistenza.

Officine creative a disposizione della comunità in cui designer, visionari, ingegneri, artigiani e “smanettoni” si incontrano, si confrontano e si mettono all’opera per dare forma tangibile alle loro idee.

Firenze è sede di due officine con vocazione molto diversa tra loro, ma frutto, entrambe, del principio secondo cui solo la somma di competenze ed esperienze di persone diverse possono dar vita a qualcosa di unico e potente.

FabLab

Nato al M.I.T. di Boston e approdato a Firenze nel luglio 2012 per volontà di Mattia Sullini - giovane e dinamico architetto e illustratore freelance già fondatore nel 2010 di 22A|22, primo esempio di coworking strutturato a Firenze - FabLab è una realtà unica in città per i cosiddetti innovatori tecnologici che hanno bisogno degli spazi e degli strumenti digitali per realizzare le loro idee.

FabLab mette a disposizione la sua sede e i suoi mezzi tecnologici - macchine da taglio laser, frese, stampanti 3D, saldatori per circuiti e strumenti più tradizionali - perché i suoi associati possano realizzare i prototipi degli strumenti hardware che hanno progettato.

Una vera fucina di idee per la digital fabrication in cui formazione, progettazione, realizzazione e condivisione sono profondamente interconnesse.

Il posto giusto per i visionari della tecnologia che vogliono mettere in pratica le loro idee, ma anche il posto giusto per chi vuole imparare ad utilizzare particolari macchine e tecnologie in un luogo protetto in cui, in occasione di particolari eventi, i professionisti del settore mettono a disposizione della comunità il loro know-how.

FabLab è in Via Panciatichi 10-14, Edificio F - ingresso da Via Renato Fantoni.
Lunedì, mercoledì e giovedì dalle 4:00pm - 8:00pm

Lo Fo Io

Dall’innovazione tecnologica, passiamo ora alla riscoperta dell’artigianalità. Siamo in Santo Spirito, quartiere per eccellenza delle storiche botteghe dell’artigianato fiorentino: qui, nei pressi della Piazza del Tiratoio, è nato Lo Fo Io. L’idea è, ancora una volta, di Mattia Sullini e dell’ingegnere-creativo (ebbene sì, qualche volta è possibile!) Lucio Ferella, attuale coordinatore di FabLab.
Lo Fo Io è una realtà sui generis che vuole essere il punto di incontro e confronto tra appassionati di DIY e maestri artigiani con una modalità tutta nuova: spazi, strumenti e attrezzi sono, infatti, condivisi. Qui, chi vuole, può realizzare il proprio progetto o partecipare ai tanti eventi proposti: workshop, corsi di scrittura creativa, corsi di pittura su tessuti, corsi di rilegatura artigianale di libri e molto altro!
Lo Fo Io è una realtà dinamica e creativa. Una bottega aperta e condivisa dove riscoprire il valore del lavoro manuale, condividere le proprie competenze e acquisirne di nuove; uno spazio in cui contaminazione, creatività, artigianalità e recupero dei materiali sono le parole d’ordine; un luogo in cui tradizione artigianale e innovazione tecnologica si sommano per dare vita a progetti davvero unici.

Il posto giusto per tutti i makers che hanno l’idea, ma non hanno gli strumenti per realizzarla: macchine da cucire, stampanti 3D, trapani, saldatrici, aerografi e altri attrezzi sono a disposizione sia di chi coltiva la passione per il lavoro manuale, sia di chi, del lavoro manuale ne ha fatto - o vorrebbe farne - una scelta di vita.

Lo Fo Io è in Via del Campuccio 23R

I luoghi citati nell'articolo sono stati scelti dalla nostra redazione in completa autonomia. L'articolo non contiene riferimenti commerciali, ma vuole essere solo d'aiuto ai lettori in cerca di idee per trascorrere al meglio il proprio tempo libero a Firenze.

Galleria fotografica

GoGoFirenze - Scarica l'app gratuita di tutti gli eventi in città!

Cose da fare a Firenze